Il credito al consumo è un prestito per operazioni diverse da quelle immobiliari. Più precisamente, risponde al bisogno di liquidità del mutuatario per finanziare l’acquisto di beni di consumo.

Non si tratta necessariamente di un prestito finalizzato, cioè di un prestito che scatta con l’acquisto di un prodotto e la presentazione della relativa fattura (come nel caso del prestito auto).
Un prestito al consumo viene concesso da un istituto di credito specializzato o da una banca a condizione che il mutuatario sia in grado di rimborsarlo.

Tutti i mutuatari dovrebbero quindi essere consapevoli della propria capacità di rimborso prima di richiedere un prestito al consumo, e assicurarsi che

scoprire i tassi di prestito disponibili sul mercato del credito al consumo.
Quali sono i diversi tipi di credito al consumo?
Oltre al già citato credito a destinazione vincolata, che richiede al mutuatario di fornire la prova dell’utilizzo del prestito, esistono molte altre forme di credito al consumo. Le più diffuse sono i prestiti personali e il credito rotativo, noto anche come credito rotativo, credito ricaricabile o credito permanente.

In entrambi i casi, il mutuatario è libero di utilizzare l’importo del prestito come meglio crede, a seconda del progetto (sostituzione di mobili o elettrodomestici, ecc.).

La differenza principale tra il credito revolving e il credito personale è che il credito revolving può essere utilizzato per un’ampia gamma di scopi (ad esempio, elettrodomestici, acquisto di un’auto nuova, finanziamento di migliorie domestiche, ecc.)

Nota: la differenza significativa tra credito revolving e credito personale
Il credito revolving si differenzia dal credito personale non solo per la sua flessibilità, ma anche per il fatto che ha un ammortamento minimo o nullo. In pratica, il debitore ha a disposizione una certa somma di denaro, che può essere utilizzata in tutto o in parte. Il credito disponibile viene quindi reintegrato man mano che vengono effettuati i rimborsi. Gli interessi sono dovuti solo sull’importo effettivamente preso in prestito: questo tipo di credito può incoraggiare un consumo eccessivo, e noi di AZUR BANK vi raccomandiamo di stipulare uno scoperto di conto corrente.

optare per un mini credito rapide.